Legù - ITineri

Legù - ITineri

ITineri, nuovi percorsi alimentari. Si chiama LEGÙ® - NON È PASTA.

Sembra pasta ma non è, sembra vera pasta ma a livello nutrizionale è come una bistecca con due contorni.

Si presenta allo stesso modo eppure è fatta di legumi e non di cereali.
Risultato: una pietanza gustosa, saziante, dall’immagine appetitosa, più ricca di proteine e più povera di carboidrati, ideale per sportivi, vegani, diabetici e celiaci o anche per chi, semplicemente, vuole restare in linea.

Sorrisi Bresaola e Spinacino Legu' blog   Focaccia Schiacciata Legu' blog

Sarebbe un prodotto come altri che iniziano a diffondersi prepotentemente negli scaffali dei nostri supermercati, se non vantasse ulteriori valori aggiunti: l’artigianalità, l’italianità al 100% e le ricette bilanciate a livello nutrizionale con più legumi insieme cotti a vapore per dare gusto delicato e alta resa in cottura, basta una porzione di 50g a saziare in quanto dopo averla cotta diventano 120g.

L’artigianalità è garantita da Monica, ideatrice e fondatrice dell’azienda. È stata lei, alcuni anni fa, ad affittare un piccolo pastificio dove fare le sperimentazioni per trovare la perfetta formula di un prodotto trafilato al bronzo, realizzato con una miscela di legumi e fatto essiccare molto lentamente.

La sfida era quella di rendere gustosi cibi salutari, ma poco attraenti, e di recuperare così un classico della dieta contadina, che sembrava diretto definitivamente verso il tramonto.

A distanza di oltre 4 anni dall’apertura dell’attività, possiamo affermare con certezza che l’obiettivo è stato raggiunto.
Oggi infatti la produzione non è solo di pasta non pasta, con un catalogo vasto che risponde a tutti i gusti, ma comprende anche farine, snack e biscotti con farine 100% legumi.

Le trafile sono numerose, una decina circa, tra cui paccheri, penne, intrecci, gigli, lasagne, solo per citarne alcuni. Tra questi delle proposte molto adatte al finger food ed alle insalate fredde, oltre che ai piatti caldi.

Biscotti con Frolla Legu' blog   Burger Legu' blog

La preparazione è veloce perché i legumi di cui è fatta la non pasta di ITineri – questo il nome dell’impresa - è sempre in proporzione variabile tra ceci, fagioli bianchi, lenticchie gialle e piselli gialli decorticati, già cotti prima a vapore.

In meno di 3 minuti si può quindi avere un eccellente piatto da condire come si vuole, meglio se con abbinamenti semplici.

Le materie prime sono tutte nazionali e provengono principalmente da Marche, Toscana, Abruzzo, Puglia e Sicilia.

Interessanti gli abbinamenti, i formati bio, quelli per i bambini, i pacchi regalo.

La produzione attuale si aggira attorno ai 600 chilogrammi a settimana ma è destinata ad aumentare, tanto più che le potenzialità degli impianti, al momento, sono di 300 chili al giorno.

Il prezzo, che può apparire significativamente più alto rispetto ad un primo, è da intendersi in considerazione alla resa elevata (50g la porzione assorbe molta acqua e diventa 120g) e al potere saziante del prodotto, dovuto all’alto contenuto di proteine e fibre. Pertanto, a parità di costo, rispetto alla pasta, le porzioni sono minori. Ad esempio, una confezione da 500 grammi contiene 10 porzioni.

Crème Caramel alla Frutta Legu blog   Crème Caramel al Caffé Legu blog

Rispetto alla pasta da cereali sono inoltre maggiori gli utilizzi. LEGÙ è particolarmente indicata a cena, oltre che a pranzo, perché è un piatto in cui prevalgono le proteine sui carboidrati ed è pertanto particolarmente digeribile e leggero. Si può inoltre preparare attraverso la classica bollitura nell’acqua, ma anche facendolo cuocere con il suo condimento e idratandolo di tanto in tanto, sino a raggiungere, entro pochissimi minuti, il risultato voluto. In questo modo è altresì possibile far amalgamare in maniera più decisa la salsa scelta.

Il laboratorio Legù

Laboratorio Legu'  Laboratorio Legu'  

Laboratorio Legu'  Laboratorio Legu'  

Laboratorio Legu'  Laboratorio Legu'

Per facilitare il compito a chi sta ai fornelli, ITineri ha pubblicato 2 ricettari dove sono contenute molte idee sia per la pasta non pasta, sia per le farine, queste ultime eccellenti per pizze, torte e focacce. Insomma, i pregi sono contemporaneamente quelli della pasta di cereali e quelli dei legumi. Ci guadagna il palato, il giro vita e non se ne lamenta il portafoglio.

Chi è Monica Neri, ideatrice e fondatrice di Legù

 Monica Neri Fondatrice Legu'

 

Nasce a Gallarate nel 1984, da mamma mantovana e papà varesotto.

Creativa ed innovativa fin da piccola, dalla nonna viene chiamata “pasticcina” e in cucina ama sperimentare. Grazie a lei eredita questa passione, sceglie la scuola alberghiera ottenendo ottimi voti che la portano a Milano ad iscriversi al corso di Scienze e Tecnologie della Ristorazione e si specializza in nutrizione laureandosi per prima nel suo corso.

Prosegue tra Lombardia e Canada frequentando il Master in Economia del Sistema Agro Alimentare grazie al quale entra in “Academia Barilla”. Per un anno pianifica, coordina il lancio di una linea di prodotti artigianali. Si sposta a Milano lavorando nel dipartimento food di “ChemService Ricerca e Sviluppo” occupandosi di controllo qualità per importanti aziende alimentari e di ristorazione.

Le colleghe, nel 2013 ed a sua insaputa, la iscrivono alla prima edizione di “The Chef scelgo e creo in cucina” con Davide Oldani e Filippo La Mantia. Vince con un piatto innovativo a base di quinoa.

Nel 2015 decide di unire creatività, studi, passione ed esigenze personali (diabete in gravidanza) aprendo ITineri, nuovi percorsi alimentari. Partendo dalla filosofia che il cibo può e deve essere migliorato, nasce LEGÙ® NON È PASTA, prodotto rivoluzionario che vuole riportare in tavola i legumi, pilastro della dieta Mediterranea.

Nel 2017 la sua idea viene riconosciuta dall’Ente fiera internazionale di Milano ottenendo il premio ATUTTAINNOVAZIONE e successivamente anche da Coldiretti con l’OSCARGREEN, riconoscendo alle proteine vegetali il minor impatto sull’ambiente in termini di emissioni e di consumo di acqua. Ottiene numerosi consensi dall’alta Ristorazione tanto da incuriosire Gualtiero Marchesi che vuole conoscere ogni dettaglio del progetto.

 

Vai ai Prodotti